Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Chiudendo questo banner, cliccando al di fuori di esso o navigando su questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto Leggi di piu'.

Stampa

Profili Professionali Settore Benessere

 

CHINESIOLOGO

            In base alla Legge 4/2013, questa figura professionale, opera nell'ambito del movimento umano razionale attivo comunque finalizzato al miglioramento del benessere psicofisico della persona, anche in condizione di disabilità, e/o all'ottenimento di un'adeguata preparazione atletica e sportiva. (riferimenti da norma UNI 11475 "Attività professionali non regolamentate - Figure professionali afferenti al campo delle scienze motorie (chinesiologi) - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza").

            Nello specifico le attività del chinesiologo riguardano il movimento umano razionale attivo ad indirizzo educativo (ed. fisica nelle scuole), preventivo (ginnastica posturale, di mantenimento, terza età, fitness, ecc.), formativo (ginnastica per bambini, giovani, ecc.), ricreativo (ginnastica con musica, animazione, giochi, ecc.), sportivo (preparazione atletica, allenamenti, ecc.), adattato e compensativo.

 


 

Con la Legge Regionale 7 dicembre 2006, n. 41 (B.U. 13 dicembre 2006, n. 18):Riordino del Servizio Sanitario Regionale, Art. 46, la Regione Liguria riconosce l'esercizio professionale dei laureati in scienze delle attività motorie e sportive nelle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private sia ai fini del mantenimento della migliore efficienza fisica nelle differenti fasce d'età e nei confronti delle diverse abilità, sia ai fini di socializzazione e di prevenzione.

 

 

PERSONAL TRAINER

Il Personal Trainer (anche detto allenatore personale, e convenzionalmente indicato dalla sigla PT) è la figura professionale preposta a gestire in maniera individualizzata l'esercizio fisico di coloro che si avvicinano o praticano attività fisica per migliorare il proprio stato di salute o di forma fisica. Un'altra importante area di intervento del Personal Trainer è relativa all'educazione a stili di vita salutari e al ruolo di motivatore nell'ambito della pratica dell'attività fisica.

Competenze e formazione

Il background culturale di un personal trainer è di tipo interdisciplinare, in continua formazione ed aggiornamento, passa attraverso la fisiologia, l'anatomia funzionale, la psicologia, la medicina dello sport, l'allenamento e la nutrizione.

In generale, la sua attività consiste nell'educare il proprio cliente a stili di vita salutari ed a programmare e realizzare allenamenti finalizzati ad un determinato scopo, sulla base delle esigenze fisiologiche e psicologiche di una persona.

Più in particolare l'attività pratica del Personal Trainer per il proprio cliente si svolge in diverse fasi: l'intervista iniziale, la valutazione antropometrica e funzionale, l'elaborazione e l'esecuzione di un programma di allenamento personalizzato, il controllo dell'efficacia del lavoro programmato.

Ultimamente, seguendo le tendenze del settore fitness, il personal trainer ha affiancato, alla consueta consulenza atletica, anche quella di miglioramento della sfera psicologica e motivazionale, specialmente negli sportivi di alto livello.

 

 

In Italia la figura del Personal Trainer è relativamente recente, tuttavia in discreta espansione, specialmente al centro-nord del Paese. Se i primi Personal Trainer erano per lo più appassionati del settore, con alle spalle diversi anni di allenamento, attualmente ci si affida spesso a Personal Trainer con formazione universitaria.

Il corso di laurea in Scienze Motorie (ex ISEF), nato nel 1999, prevede l'insegnamento di materie medico-scientifiche come l'anatomia umana, la biochimica e la fisiologia, la fisiologia dell' esercizio, la biomeccanica del movimento e i fondamenti della nutrizione. Tutti elementi che è indispensabile conoscere al fine di poter professionalmente intraprendere la carriera d Personal Trainer.

Chi non sceglie il percorso accademico deve districarsi tra le tante Federazioni, Associazioni o Enti di promozione sportiva, ed aziende private, che svolgono corsi di formazione per poter operare in tale settore.

La brevità di tali corsi, e le loro differenze, sommate all'assenza di pre-requisiti tra i candidati, fa sì che manchi un know-how uniforme, essenziale per una categoria professionale che vorrebbe esistere, ma che di fatto ancora non c'è, in attesa di una regolamentazione delle professioni sportive ancora inesistente nella realtà italiana.

Tuttavia è giusto menzionare che esiste una federazione nazionale che è riconosciuta dal CONI ed è abilitata a rilasciare dopo corsi intensivi di media e lunga durata un diploma che da la qualifica di "Insegnante Tecnico" indispensabile per poter insegnare in tutte le palestre. La federazione in questione è la FIPCF (federazione italiana pesistica e cultura fisica) diventata nel 2011 la FIPE (FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA), unica federazione riconosciuta direttamente dal CONI.

 

 

OSTEOPATA D.O.

La figura dell’osteopata trova collocazione e si identifica come una tra le espressioni professionali in grado di erogare prestazioni, anche di carattere sanitario, a rilevanza sociale, finalizzate alla promozione della salute, alla prevenzione ed al contenimento degli esiti degenerativi ed invalidanti di condizioni patologiche o di alterazioni funzionali congenite o acquisite. La disciplina osteopatica mira a concorrere per una più completa e fattiva partecipazione dell’individuo alla vita sociale in termini qualitativi e produttivi.

Le competenze specifiche acquisite mediante corsi di formazione ed aggiornamento continuo consentono inoltre, all’osteopata, di potersi collocare nell’ambito delle prestazioni e dei servizi finalizzati alla prevenzione delle inabilità o disabilità in aree di particolare interesse socio-sanitario quali quella evolutiva, della terza età e dell’handicap.

L'Osteopata, tramite l'utilizzo esclusivo delle mani, analizza, nel pieno rispetto delle conoscenze anatomiche e mediante specifiche valutazioni palpatorie non invasive, la qualità del movimento.

Valuta e studia la mobilità complessiva del corpo e quella più specifica delle sue singole parti, individua le restrizioni dei movimenti fisiologici e, avvalendosi di propri e caratteristici trattamenti manuali, tende al loro sostanziale ripristino in un ottica di riequilibrio funzionale e non solo sintomatico dei disturbi della persona.

 

 

Standard di competenza osteopatica ed ambiti di competenza:

la formazione deve caratterizzarsi per un approccio olistico alla disfunzione osteopatica anche in considerazione degli aspetti fisici, psicosomatici, ambientali e relazionali del paziente.

Lo standard formativo deve comprendere:

  • le conoscenze teoriche essenziali che derivano dallo studio approfondito dell’anatomia, della fisiologia e della biomeccanica umana, di quello dei principi basilari relativi alla metodologia manuale osteopatica ed alla sua applicazione in ambito professionale;
  • la capacità di effettuare una valutazione differenziale tra le disfunzioni funzionali di pertinenza osteopatica e le patologie di competenza medica;
  • le abilità manuali e l’esperienza professionale necessaria ad affrontare e trattare responsabilmente le disfunzioni di pertinenza osteopatica;
  • le capacità di essere efficace in piena sicurezza attuando in scienza, coscienza e prudenza tutte le procedure necessarie ad evitare rischi aggiuntivi per il paziente;
  • la competenza deve comprendere anche la conoscenza delle norme deontologiche e di quelle connesse alla responsabilità professionale ivi compreso il dovere di astenersi da qualsiasi diagnosi o prescrizione di tipo medico.
  • la capacità di riconoscere i limiti della metodologia osteopatica nell'assistenza del paziente e l'esigenza di indirizzarlo ad altre competenze diagnostico-terapeutiche, auspicando e promuovendo un approccio interdisciplinare.

Conoscenze basilari fondamentali per una prassi osteopatica sicura e competente:

1. capacità di comunicazione;

2. capacità di gestire i dati sensibili presenti sui documenti relativi alla presa in carico del paziente, alla sua valutazione ed ai trattamenti effettuati;

3. collaborazione e cooperazione con altre figure professionali;

4. identità e responsabilità professionale, etica e deontologica;

5. sviluppo continuo professionale secondo i dettami imposti dagli organi di controllo preposti;

6. identificazione e valutazione delle esigenze del paziente;

7. acquisizione e potenziamento delle capacità di palpazione, pianificazione e monitoraggio dei trattamenti manuali osteopatici;

8. consulenza e sostegno per la promozione e la tutela del benessere della comunità;

9. gestione di un ambiente idoneo al trattamento osteopatico.

 

Competenze di carattere tecnico:

1. effettuare una valutazione differenziale fra le disfunzioni di pertinenza osteopatica e le patologie di pertinenza medica;

2. perseguire l’integrazione con altre figure sanitarie nell’ottica del raggiungimento del miglior risultato possibile per la salute ed il benessere del paziente.

 

 

 

OPERATORE TECNICO MANUALE DEL BENESSERE (DIPLOMA NAZIONALE CSEN)

L’approccio dell’Operatore di Massaggio del Benessere è completamente rivolto verso la persona nel suo insieme (mente-corpo).

Esso si occupa soprattutto di favorire il benessere totale e generale della persona.

L’Operatore di Massaggio del Benessere non opera in campo terapeutico o sanitario e non è un’estetista.

 

 

L’Operatore del Massaggio del Benessere è specializzato in varie tipologie di massaggi e tecniche corporee più richiesti nelle SPA quali il massaggio classico, massaggio decontratturante, massaggio decongestionante, massaggio drenante, hawaiano, stone massage, californiano, antistress – psicosomatico, miofasciale, ayurvedico, etc.
L’Operatore del Massaggio del Benessere può avere altre specializzazioni nel campo dell’alimentazione, dell’igiene, della respirazione e cura del corpo.

L’Operatore del Massaggio del Benessere svolge la sua professione presso SPA, Centri Benessere, Palestre, Villaggi turistici, navi da crociera, villaggi termali o come libero professionista.